Un duro colpo per le società minerarie

August 11, 2023

Perlustrazioni in alto mare

By Layla Wade

Grazie a un movimento di persone sempre più grande che vuole proteggere i nostri mari, abbiamo fatto un passo in avanti verso il divieto completo delle estrazioni di minerali dai fondali marini.

Nelle prime settimane di agosto, alcuni ministri importanti hanno fermato le società minerarie che volevano scavare, dragare e razziare i fondali marini alla ricerca di metalli preziosi. [1]

E la notizia ancora più entusiasmante è che, grazie ad alcuni paesi come la Francia, nell’ordine del giorno della riunione del prossimo anno è già stata definita la proposta per un divieto totale di estrazioni di minerali dai fondali marini. [2]

Questo è un duro colpo per le società minerarie, che si stavano preparando per avviare le estrazioni già al termine della riunione, ma sono state fermate. [3]

Ciò significa che gli animali marini che vivono nelle profondità oceaniche potranno continuare a vivere indisturbati, senza il rumore assordante e le luci intense dei macchinari di estrazione. Balene e delfini potranno migrare in libertà. E noi possiamo evitare una catastrofe climatica conservando il carbonio nei fondali marini. [4]

Questa vittoria non sarebbe stata possibile senza questa comunità e senza la forza travolgente di attivisti, comunità di popoli nativi, scienziati e ONG che si sono schierati in difesa dei fondali dei nostri mari. [5]

Ma anche mentre celebriamo questa vittoria, stiamo già pensando alle prossime mosse.

Ora che il divieto sulle estrazioni minerarie nei fondali marini è stato inserito nell’ordine del giorno delle riunioni del prossimo anno, ci giochiamo il tutto per tutto. Dobbiamo convincere tanti altri paesi a schierarsi dalla nostra parte prima di quell’appuntamento importantissimo e lavorare quanto più possibile per coinvolgere altre persone.

Per ottenere questo risultato, la nostra squadra sta già lavorando su una nuova strategia e un nuovo progetto. La corsa ai fondali oceanici è stata fermata, ma è solo l’inizio. Il prossimo anno sarà cruciale.

Riferimenti:

[1] https://www.theguardian.com/environment/2023/jul/29/deep-sea-mining-international-talks-isa-jamaica

[2] https://twitter.com/ansroux_/status/1685335078505746432?s=20

[3] https://www.theguardian.com/commentisfree/2023/jul/25/mining-companies-deep-sea-dangerous

[4] https://www.insider.com/oceangate-stockton-rush-titan-sub-deep-sea-mining-environmental-destruction-2023-7 https://www.aljazeera.com/news/2023/7/10/deep-sea-mining-a-new-gold-rush-or-environmental-disaster

[5] https://www.greenpeace.org/international/press-release/60947/indigenous-pacific-leaders-call-on-countries-to-support-ban-on-deep-sea-mining/ https://www.euronews.com/green/2023/08/02/deep-sea-mining-heres-which-countries-oppose-and-support-the-controversial-practice

Ti potrebbe piacere

Foto delle persone riunite per la manifestazione

Il futuro femminista che ci meritiamo

A metà gennaio, abbiamo scritto la storia: l’UE ha raggiunto un’accordo sulla prima legge in materia di violenza contro le donne. Una volta che verrà approvata, tutti gli stati membri dovranno impegnarsi per proteggere i…

Poster utilizzati per catturare l'attenzione die politici e dei media

Ecocidio: Finalmente reato!

È una vittoria straordinaria per la natura. L’UE introdurrà delle regole per punire coloro che distruggono il pianeta su larga scala! A metà novembre l’UE ha trovato un accordo per punire i crimini causati al…

Aggiornamenti